Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy.
Accetto
 
 
 

Portale buste paga

In questa sezione è possibile consultare in ogni momento la propria busta paga e la relativa documentazione annuale. Per motivi di sicurezza, a ogni accesso è richiesta la digitazione di username e password.
 
 
Login
 
 
 
 accedi 
 
 
 
 
 
Filtro:
Prego selezionare
 
 
 
 
 
 

Nuova area clienti: My Elas

Il 16.11.2022 saremo online con la nostra nuova area clienti. Riceverete le nostre applicazioni strutturate in modo chiaro e conciso.

Su my.elas.it potete provare ciò che è tipico per noi: rendere semplici le cose complesse.
 
 
 
Elas Admin -
16.11.2022
 
 
 
 

Stop obbligo vaccinale per il personale sanitario

Il personale sanitario che non si è vaccinato contro il Covid-19 dovrà riprendere le attività a partire dal 2° novembre 2022. Questo è stato deciso dal nuovo governo con il decreto legge n. 162/2022.

L'obbligo di vaccinazione per il personale sanitario, che inizialmente durava fino al 31 dicembre 2022, è stato quindi revocato in anticipo.

Le sospensioni sono quindi valide solo fino al 01° novembre 2022. Il personale che si è opposto alla vaccinazione obbligatoria dovrà riprendere le proprie mansioni.
 
 
 
Elas Admin -
03.11.2022
 
 
 
 
Newsletter INFO, CONSIGLI E OFFERTE DIRETTAMENTE VIA EMAIL!
 
 
 
Invia
 
 
 

Riunione interna

Il giorno 26/10/2022 il nostro ufficio rimane chiuso per la riunione interna. Pertanto il nostro orario di servizio aggiuntivo dalle ore 14:00 alle 18:00 non sarà disponibile.
Il 27 ottobre siamo di nuovo qui per Lei.

Il Suo Team Elas
 
 
 
Elas Admin -
25.10.2022
 
 
 
 

Premio apprendisti: Nuovo termine per la ripresentazione delle domande

Le aziende altoatesine dei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio, dei servizi, del turismo e dell’agricoltura potranno in futuro richiedere un bonus di 2.000 euro per ogni apprendista che abbia completato l’intera formazione e superato l’esame finale di apprendistato. Se non tutto, ma almeno la metà del periodo di apprendistato previsto è stato completato nella impresa formativa richiedente, il premio ammonta a 1.000 euro.

Il Confartigianato Imprese APA ha pubblicato solo di recente un chiarimento in merito:
Entro il 15/10/2022, le aziende i cui apprendisti hanno superato l'esame di apprendistato nel periodo dal 01/05/2022 al 15/06/2022 possono ripresentare le relative domande all'ufficio provinciale competente.
 
 
 
Elas Admin -
05.10.2022
 
 
 
 

Contributi per i tirocini estivi destinati alle aziende con meno di 20 dipendenti concessi dalla Camera di Commercio

La Camera di commercio di Bolzano concede contributi per i tirocini svolti nel 2022.
Il contributo è pari a 500 euro se il tirocinante è stato in azienda per almeno un intero mese nel periodo che va da giugno a settembre 2022 e viene concesso per un massimo di tre tirocinanti.

Alcuni ulteriori requisiti richiesti:
- l'azienda deve avere alle sue dipendenze meno di 20 dipendenti nel secondo trimestre del 2022. Decisivo è il numero iscritto nel registro delle imprese;
- l'azienda deve essere iscritta al registro nazionale alternanza-scuola-lavoro. La registrazione può avvenire entro il 01 novembre 2022;
- il tirocinio deve essere stato svolto nella sede dell'azienda o in altra sede operativa sita in Provincia di Bolzano.

Le domande possono essere presentate dal 01 ottobre 2022 al 01 novembre 2022 - compreso. Per la concessione dei contributi è stato stanziato un fondo di 120.000 euro. Per non perdere la priorità le domande vanno presentate il prima possibile.

Per avere informazioni più dettagliate in merito alla presentazione della domanda, alla modulistica, ai requisiti e all'iscrizione al Registro nazionale alternanza-scuola-lavoro potete visitare la pagina della Camera di commercio di Bolzano:
 
 
 
Elas Admin -
30.09.2022
 
 
 
 

Nessun accordo obbligatorio per lo smart working fino al 31/12/2022

Con la conversione del Decreto Aiuti-Bis, sono state ripristinate alcune disposizioni sullo smart working che erano in vigore durante l'emergenza COVID-19.

Entro il 31/12/2022 si potrà nuovamente ricorrere allo smart working senza un accordo individuale obbligatorio. Tutto ciò che è richiesto è la consegna delle informazioni sulla sicurezza sul lavoro al lavoratore e una comunicazione semplificata al ministero competente.
Inoltre, anche il diritto allo Smart Working per i lavoratori fragili e per i genitori di bambini sotto i 14 anni è stato prorogato fino al 31 dicembre 2022.
 
 
 
Elas Admin -
26.09.2022
 
 
 
 

Comunicazione semplificata per lo smart working

Dal 1° settembre 2022 entreranno in vigore nuove disposizioni relative alla comunicazione dello smart working. L'accordo scritto obbligatorio per lo smart working non dovrà più essere depositato presso il Ministero del Lavoro. D'ora in poi sarà sufficiente inviare per via telematica al ministero competente un modulo con i dati anagrafici dei dipendenti e le date di inizio e fine delle prestazioni di lavoro in modalità agile.
Il Ministero del Lavoro trasmette i dati rilevanti direttamente all'INAIL. Pertanto, non è necessario effettuare alcuna notifica aggiuntiva all'istituto appena citato.
La comunicazione al Ministero deve essere effettuata dalle aziende entro cinque giorni dalla sottoscrizione dell'accordo individuale. Una disposizione transitoria stabilisce però che tutti i rapporti di lavoro coperti dallo Smart Working, che entrano in vigore dopo il 1° settembre, possono essere comunicati fino al 1° novembre 2022.
Qui il link per la comunicazione: https://servizi.lavoro.gov.it.
 
 
 
Elas Admin -
30.08.2022
 
 
 
 

Decreto Trasparenza

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legislativo n. 104/2022 entra in vigore con il 13/08/2022, in ossequio alle disposizioni dettate dall’UE n. 2019/1152, introduce nuovi obblighi per i datori di lavoro al momento della stipula di un contratto di lavoro.

L’obiettivo dichiarato della direttiva è quello di creare maggiore trasparenza sulle condizioni di lavoro. Questo perché la direttiva europea obbliga il datore di lavoro a comunicare per iscritto tutti i punti essenziali del rapporto di lavoro. Ciò significa che tutte le informazioni devono essere comunicate in dettaglio nel contratto di lavoro o in altre comunicazioni. In particolare, i contratti di lavoro o le lettere d’assunzione dovranno contenere una corposa serie di informazioni riguardanti lo svolgimento del rapporto di lavoro, ad esempio: durata del periodo di prova, la formazione, i congedi, la programmazione dell’orario normale di lavoro e le eventuali condizioni relative al lavoro straordinario e alla sua retribuzione.

Tutte le informazioni obbligatorie dovranno essere in ogni caso fornite per iscritto al lavoratore entro i sette giorni successivi all’inizio della prestazione lavorativa.
La comunicazione può essere effettuata in formato cartaceo oppure elettronico e conservata a comprova in caso di controlli.
 
Poiché si tratta di un ulteriore carico burocratico per i datori di lavoro, la Camera dei Consulenti del Lavoro è già intervenuta presso il Ministero del Lavoro per chiedere la modifica e l’abrogazione di questa norma.
Pertanto, nei prossimi giorni vi informeremo sugli ulteriori sviluppi della questione e vi terremo informati su tutte le misure adottate dal legislatore.
 
 
 
 
Elas Admin -
03.08.2022