Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy.
Accetto
 
 

Legge di stabilità 2015

Il 01.01.2015 é entrata in vigore la legge di stabilità 2015, che prevede, tra l’altro, le seguenti novità:

anche nel 2015 verrà pagato il bonus fiscale di 80,00€ al mese;

dal 01.03.2015 al 30.06.2018 i dipendenti nel settore privato possono chiedere l’anticipo mensile del TFR in busta paga. Possono chiedere il TFR in busta paga anche coloro che attualmente sono iscritti ad una forma di previdenza complementare. Sull’anticipo mensile del TFR si applica la tassazione ordinaria e non quella separata;

sconto IRAP sul costo del lavoro dei dipendenti a tempo indeterminato (deducibilità totale);

l’aliquota fiscale sui rendimenti finanziari dei fondi pensione viene elevata dall’11,5 al 20%. La tassazione della rivalutazione del TFR aumenta dall’11 al 17%;

viene limitato l’accesso al regime dei minimi e l’aliquota sostitutiva viene aumentata dal 5% al 15%;

è stata abolita l’agevolazione contributiva per l’assunzione di persone disoccupate da 24 mesi;

per le nuove assunzioni a tempo indeterminato dal 01.01.2015 si può chiedere un’agevolazione contributiva per 36 mesi. Lo sgravio consiste nell’esonero dal versamento di contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, nel limite massimo di 8.060,00€ all’anno. La riduzione contributiva non si applica agli apprendisti ed ai contratti di lavoro domestico;

la franchigia fiscale per i lavoratori frontalieri viene elevata da 6.700,00€ a 7.500,00€;

dal 01.07.2015 la deducibilità dei buoni pasto passa da 5,29€ a 7,00€ al giorno;

cambiano le regole per il ravvedimento operoso.
 
 
 
02.01.2015
Hannes Mair