Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy.
Accetto
 
 

"Jobs act" - Novità in materia di lavoro

Il 21.03.2014 è entrato in vigore il DL 34/2014 (Jobs act) che contiene misure di semplificazione per i datori di lavoro, in materia i contratto di lavoro a termine, apprendistato e DURC.
Contratto a termine: possono essere stipulati contratti a termine fino a 36 mesi, senza indicazione di una causale giustificativa.  Il contratto potrà essere prorogato fino ad un massimo di 8 volte, entro il limite dei 36 mesi, a condizione che le proroghe facciano riferimento alle medesime mansioni. È comunque previsto un massimo del 20% dei rapporti di lavoro a termine posti in essere da ciascun datore di lavoro sul totale del personale in organico, salvo la possibilità della contrattazione collettiva di prevedere modifiche a tale limite. La soglia non si applica alle imprese che impiegano fino a 5 dipendenti, le quali possono stipulare, in ogni caso, un contratto a tempo determinato.
Apprendistato: non è più obbligatoria la forma scritta per l piano formativo individuale; è soppresso  anche l’obbligo di assunzione di una quota di apprendisti alla fine del percorso formativo, come condizione per poter porre in essere altri rapporti di apprendistato.
DURC: la verifica della regolarità contributiva con INPS, INAIL e Casse edili sarà effettuata in tempo reale con modalità telematiche. L’esito avrà una validità di 120 giorni e sostituirà ad ogni effetto il Durc. Un apposito decreto ministeriale definirà i requisiti di regolarità per l’avvio della nuova procedura.
 
 
 
25.03.2014
Hannes Mair